The Nun – Il Vero Valak

1198 0

Altro film dell’universo The Conjuring che mostra la storia del demone suora contro cui Ed e Lorraine combattono nel Caso Enfield, nel quale scopriamo anche l’identità del demone: Valak. Vediamo più da vicino chi è veramente Valak.

The Nun è l’unico film che non si ispira a fatti realmente accaduti. È una ricostruzione puramente cinematografica per dare una presentazione del demone. Ma cominciamo a vedere più da vicino gli aspetti riportati. Cominciamo con la location, ovvero il Monastero di Santa Carta.

IL MONASTERO
Il vero Monastero di Santa Carta

Esiste effettivamente il Monastero di Santa Carta in Romania, nel paese di Carta, nella regione di Transilvania datato 1205 circa. Viene abbandonato nel 1494 e lasciato in rovina. Per questo motivo il monastero che vediamo nel film è in realtà il Castello dei Corvino e il Castello di Bethlen, dove padre Burke e sorella Irene passano la notte. Per quanto riguarda, invece, i tunnel sotto il monastero, si sono serviti di una struttura militare, la fortezza di Mogosaia, dove pare sia avvenuto un fatto inspiegabile. Corin Hardy, il regista, racconta: “[…] I monitor erano fuori dal corridoio principale, in una stanza buia e isolata. Entrando ho visto un paio di ragazzi seduti sulle sedie alla mia sinistra, li ho salutati e mi sono seduto dandogli le spalle. […] Quando mi sono voltato non c’era nessuno. Nemmeno le sedie”.

Deve essere stato un bel colpo per un regista di film horror, ma c’è da dire che in questo caso, come per tutti gli altri film della saga, è stato invitato un prete sul set per benedire il film.

LO SCANDALO DELLA SUORA POSSEDUTA

Un ultimo appunto da fare in merito alla Romania è un fatto reale accaduto nel 2005. Siamo a Tanacu dove ad una novizia di 23 anni, Irina Maricica Cornici, viene diagnosticata una schizofrenia. La ragazza è colta da allucinazioni e deliri e le viene prescritto un farmaco antipsicotico che la aiuta a tenere a bada la malattia.

Di lì a poco Irina decide che non vuole più diventare suora ed esprime il desiderio di andarsene dal convento. Padre Petru Daniel Corogeanu, leader della comunità cristiana e prete esorcista molto rispettato, si oppone e le sospende la fornitura dei farmaci provocandole una nuova crisi. In questo caso, però, la ragazza non viene portata in ospedale, bensì viene “dichiarata” posseduta e sottoposta ad un esorcismo. Qui ha inizio il suo calvario.

Irina viene legata in una cella e lasciata senza cibo né acqua. La povera ragazza urla e si dimena, ma come risposta ottiene di essere incatenata ad una croce con un asciugamano in bocca dove morirà per un arresto cardiocircolatorio.

Padre Corogeanu verrà condannato a 14 anni di reclusione, mentre le 5 suore che lo hanno aiutato dovranno scontare 8 anni.

VALAK

Arriviamo ora al punto forte, il protagonista indiscusso di questo articolo: il demone travestito da suora.

Come già detto, questo film non si basa su fatti realmente accaduti. Tuttavia, ci sono delle documentazioni riguardanti un demone di nome Valac o Valak che si sono susseguite nel corso dei secoli.

LA PICCOLA CHIAVE DI SALOMONE

Il suo nome compare nel 1600 all’interno della Piccola Chiave di Salomone, un grimorio anonimo, un libro di demonologia contenente testi più antichi che rinchiude le “istruzioni” per evocare demoni e spiriti e controllarli. Al suo interno si trovano i 72 demoni che si dice siano stati evocati da Re Salomone e rinchiusi in un vaso di bronzo – questo ci rimanda a molti secoli prima della stesura del libro, al II sec. aC. Qui, al 62° posto, troviamo il nostro demone, il presidente Valac. Viene descritto come una ragazzo con ali d’angelo che cavalca un drago a due teste, decisamente diverso rispetto al demone suora a cui lo associamo.

La Piccola Chiave di Salomone riporta:

“Lo spirito dei sessanta secondi è Valac, o Valak, o Valu. È un presidente potente e grande, e sembra un bambino con ali d’angelo, montato su un drago a due teste. Il suo potere è dare risposte vere ai tesori nascosti e dire dove si possono vedere i serpenti. Quello che porterà l’esorcizzatore senza alcuna forza da parte sua. Dirige 38 legioni di spiriti e il suo sigillo è così.”

Soprannominato anche “la Cometa”, il Presidente Valac è al comando di 38 legioni di demoni e viene inoltre descritto come “vagabondo del cosmo che conosce la via delle stelle (itur ed Astra), da cui l’attributo di Cometa. Splendido Angelo femmineo che cavalca il Drago dalle molte teste. Esso domina il Fuoco del Serpente – immagine allegorica per simbolizzare il controllo delle forze della natura psicosessuale. Si evoca il vento di Valak quando si desidera armonizzare lo Yin e lo Yang – la componente maschile e femminile della conoscenza individuale sencondo la dottrina cinese -, per realizzare il connubio del regime dell’Acqua ardente con il Fuoco Freddo.

La Chiave e la Piccola Chiave di Salomone sono considerati dalla Chiesa libri eretici e per questo, nel 1599 sono stati inseriti nella lista dei libri proibiti. Rimangono, tuttavia, molto diffusi in Europa e pare che ci sia ancora qualche prete cattolico che ne nasconde delle copie.

LORRAINE WARREN

Ma questo Valac esiste o no?

Lorraine Warren sostiene di averlo visto sotto forma di un vortice oscuro con all’interno una figura incappucciata. Il regista di The Nun, Corin Hardy, lo associò alla figura di una suora per rendere il demone ancora più blasfemo. Tutto ciò unito alla notizia della triste sorte di Suor Irina ha permesso la creazione dello Spin Off del The Conjuring Universe.

Clicca qui se vuoi acquistare il BluRay di The Nun Clicca qui se vuoi acquistare il DVD di The Nun Clicca qui per la versione Horror Maniacs WB

Lascia un commento