Finché Morte Non Ci Separi

476 0

– Spoiler Alert –

Oggi voglio parlarvi di Finché Morte Non Ci Separi, distribuito dalla 20th Century Fox ed uscito nei cinema italiani a ottobre 2019.

Si tratta di un Thriller/Horror con dei ritagli comici e, alla fine, una conclusione nel mondo paranormale che, a mio parere, è stata la ciliegina sulla torta di un film che mi ha sorpresa. Ma andiamo per gradi.

Tra il cast troviamo una bravissima Samara Weaving (la sposa Grace Le Domas), Mark O’Brien ( il marito Alex Le Domas), Adam Brody (il cognato Daniel Le Domas), Henry Czerny (il suocero Tony Le Domas) e Andie Macdowell (la suocera Becky Le Domas) – più gli altri componenti della famiglia e gentili consorti.

La famiglia Le Domas

Devo dire che per la prima volta dopo un bel po’ di tempo ho trovato un film che mi è piaciuto dall’inizio alla fine. Le ambientazioni sono molto semplici in quanto di fatto si svolge (quasi) interamente all’interno della villa della famiglia Le Domas. I toni sono rimasti sempre coerenti, sul tragicomico che va tanto negli ultimi anni, ma in questo caso non è mai stato fastidioso o eccessivo. Non mancano i colpi di scena, c’è suspence e ci sono immagini violente. La struttura è molto semplice: c’è il bene (Grace) che combatte contro il male (la famiglia Le Domas). C’è molta umanità da entrambe le parti, direi che ogni personaggio interpreti un sentimento, un lato particolare della coscienza umana.

Ho adorato il personaggio di Grace. Ottima l’interpretazione della Weaving e mi ha lasciata molto soddisfatta la crescita del personaggio nel corso del film da “ragazza della porta accanto” a una con le contropalle, che vuole sopravvivere ad ogni costo. Trovo sia stata un’evoluzione molto umana. Mi ha sorpreso il cambiamento del punto di vista di Alex, non me lo aspettavo, anche se forse avrei dovuto.

Grace

In ultimo, un finale che chiude in bellezza il film. Sempre coerente con il mood tragicomico e con una sorpresa soprannaturale che ho veramente apprezzato. La reazione finale di Grace è stata il fiore all’occhiello. Finalmente una protagonista femminile indipendente, cazzuta e, passatemi il termine, con reazioni sensate. Bello, mi è piaciuto proprio!

Trailer Finché Morte non ci Separi

Lascia un commento