AMERICAN HORROR STORY: Asylum – Gli alieni del New Hempshire

633 0

Cominciamo il nostro viaggio nelle Vere Verità che si celano dietro le quinte della seconda stagione di American Horror Story: Asylum. In questa stagione seguiamo le vicende che avvengono all’interno dell’istituto psichiatrico di Briarcliff, nella periferia di Boston.

Siamo agli inizi degli anni ’60 e il manicomio è gestito da Suor Jude affiancata da Suor Mary Eunice e dal dottor Arthur Arden, con degli hobby discutibili.

Nella prima puntata facciamo la conoscenza di quello che sarà il prossimo ospite del manicomio: Kit Walker. Kit ama una donna di colore che, nell’America razzista degli anni ’60, lo rende il centro di scherni e offese da parte dei coetanei.

Quello che probabilmente alcuni di voi non sa è che i personaggi di Kit e della moglie sono ispirati ad una coppia che, negli stessi anni, afferma di essere stata rapita dagli alieni: Barney e Betty Hill.

Barney e Betty Hill

Siamo a Portsmouth, nel New Hempshire, dove l’afroamericano Barney Hill, impiegato del servizio postale, sposa Betty, assistente sociale. Una coppia rara per l’epoca, proprio come Kit e Alma. Ma a renderli ancora più speciali è altro. I due affermano di essere stati rapiti dagli alieni nella notte tra il 19 e il 20 settembre 1961. Dicono di essere rimasti nelle mani di esseri umanoidi per ore, nelle quali sono stati fatti loro vari esperimenti.

La notizia è esplosa ed è stata la prima esperienza di “contatto” con gli extraterrestri fortemente pubblicizzata negli Stati Uniti. Tanto da diventare un fenomeno di grande fama e soggetti di studi da ufologi che lo hanno nominato Abduction degli Hill o Incidente della Zeta Reticuli (sistema stellare binario nella costellazione australe di Reticolo).

Quanto successo ai coniugi è stato ricostruito dalle sessioni di ipnosi regressiva, le cui registrazioni sono disponibili pubblicamente.

Abduction degli Hill

La sera del 19 settembre 1961 i coniugi Hill stano attraversando le White Mountains a bordo della loro auto. Verso le 22 un oggetto luminoso nel cielo, che descriveranno “somigliante ad un satellite” attira la loro attenzione. Fino a qui nulla di strano, se non che arriva a casa, si accorgono di aver impiegano decisamente troppe ore per raggiungere Portsmouth senza ricordare di averle passate in viaggio né da altre parti.

In ufologia questo fenomeno viene chiamato lacuna temporale ed indica alla lacuna mnemonica di un soggetto della durata di qualche minuto fino a giorni.

Oltre a questa lacuna temporale, i coniugi lamentano emicrania, ustioni e altri disturbi fisici più lievi. Betty, invece, inizierà ad avere incubi spaventosi. A questo punto decidono di indagare più a fondo e si sottopongono all’ipnosi regressiva.

Dalle registrazioni emerge quanto avvenuto nel lasso di tempo mancante. Eravamo arrivati a loro che vedo un “satellite” nel cielo.

La luce comincia a seguirli e Barney pensa che possa trattarsi di un aereo in difficoltà e che di lì a poco avrebbe avuto bisogno di soccorsi. Scende dall’auto per accertare la situazione e la luce gli si avvicina tanto da identificare un oggetto “con degli oblò” al centro di essa che cerca di attirarlo a sé. Spaventato Barney torna in macchina e cerca di sfuggirgli.

La fuga non dura a lungo. Ad un certo punto la macchina si ferma e degli esseri umanoidi scendono dal veicolo e li portano all’interno dell’astronave. Qui verranno sottoposti a test fisici per poi essere riportati alla macchina.

In una seconda seduta la signora Hill disegna una mappa stellare in cui sostiene vivano gli esseri che li hanno rapiti (il sistema Zeta Reticuli) e si dilunga in una descrizione fisica. Li racconta come umanoidi bassi dalla pelle grigia con due grandi occhi.

Alieno grigio

Verità o suggestione?

Gli alieni descritti da Betty Hill ricordano molto i protagonisti di The Outer Limits, una serie televisiva andata in onda due settimane prima del presunto rapimento.

La mappa stellare, invece, potrebbe essere stata ricollegata dalla signora Hill a quanto visto in un planetario tempo prima.

La domanda su cosa possa essere successo ai coniugi in un lasso di tempo durato ore rimane. Così come i segni di bruciatura e altri traumi più lievi ritrovati sul loro corpo. Che la loro mente abbia creato un evento come il rapimento degli alieni per nascondere un evento traumatico? Ciò che è emerso dall’ipnosi corrispode a quanto accaduto realmente?

Lascia un commento